Fai tesoro dei prossimi giorni

April 3, 2015

Sono solo tre giorni, ma puoi renderli preziosi per il tuo benessere ritrovando nella Pasqua il suo reale potenziale di vitalità e pace. 

 

La primavera (più o meno pigra) ci invita a riprendere contatto con la natura: anche per chi non ha prenotato viaggi di nessun tipo, una gita fuori porta è un'ottima occasione per ritornare in assonanza con l'energia della terra e nutrire le nostre radici.

 

Ne "Il sole il mio cuore" Thich Nhat Hanh scrive: i boschi, freschi e silenziosi, ti aiutano a conservare la consapevolezza. Quando questa è ben radicata, quando sei in grado di mantenerla senza vacillamenti, allora potrai tornare in città e riprendere la vita lavorativa con minore scompiglio. Il tempo libero, necessario per rilassarci e vivere, purtroppo è sempre meno e ce ne lamentiamo, ma spesso non siamo consapevoli che questa mancanza dipende anche da noi: quante volte, invece di dedicarci a stare con noi stessi e con la natura, sprofondiamo nel divano accendendo la TV o ci riempiamo le giornate di vacanza con mille impegni urbani?

 

Tenere accesa la TV ha effetti deleteri sul sistema nervoso e sulle funzioni implicate nel riposo, eppure noi utilizziamo il tempo libero a vantaggio delle reti televisive, della notizie stressanti che continuamente trasmettono e delle pubblicità con le quali subconsiamente ci colonizzano.  L'antidoto? Un uso attivo e non passivo dell'informazione. Associato a tanti break dentro la natura. 

Passeggiare nel verde in stato di piena consapevolezza è infatti una ricarica energetica a costo zero! Per ottimizzarla, ascolta le sensazioni del corpo portando la mente nel luogo il più possibile lontano dai pensieri: i tuoi piedi.  Cammina lentamente, percependo ogni sensazione di contatto tra le piante dei piedi e il terreno, sentendo la contrazione dei muscoli delle gambe quando avanzi di passo in passo. Concentrati sulle sensazioni olfattive e uditive (il fruscio del vento, il canto degli uccelli, la carezza dell'aria sulla pelle del viso...) assaporandole una ad una. Dopo 20 minuti di questa pratica avrai placato la mente e ricaricato le pile del sistema mente-corpo in modo semplice, gradevole e senza alcuno sforzo.

 

Se hai figli, porta i bambini in campagna, a conoscere gli agnellini che gli altri incontrano defunti - assieme alle patate - sulla tavola pasquale: è un ottimo modo per indurre anche nei piccoli la consapevolezza del valore della vita, delle meraviglie che racchiude e della gioia che si prova rispettandola fino in fondo.

 

BUONA PASQUA!!!

 

 

 

Please reload

Featured Posts

La Mindfulness aiuta a dimagrire in modo felice, stabile e consap...

August 28, 2015

1/10
Please reload

Recent Posts